Associati
Convenzioni per associati

Decreto Legge PNRR. Contributi per le imprese turistiche

Contributi a fondo perduto anche sotto forma di credito d’imposta fino all’80% delle spese ammissibili


E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 265 del 6/11/2021, il DL 152/2021 “Decreto PNRR”, in vigore dal 7.11.2021 contenente “Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose”, nell’ambito del quale sono contenute alcune specifiche agevolazioni per i soggetti operanti nel settore turistico. 

Con l’intento di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva (in particolare, aumentare la qualità dell’ospitalità turistica con investimenti finalizzati alla sostenibilità ambientale, alla riqualificazione e all’aumento degli standard qualitativi delle strutture ricettive italiane oltre che alla digitalizzazione delle stesse), per le spese sostenute dal 7/11/2021 al 31/12/2024, a favore delle imprese turistiche (alberghi, agriturismi, ecc.), in relazione a uno o più interventi sono previsti:

  • un contributo, sotto forma di credito d’imposta pari fino all’80% delle spese ammissibili sostenute per la realizzazione degli interventi agevolabili;
  • un contributo a fondo perduto (fruibile indipendentemente dal credito d’imposta);

I suddetti benefici spettano a:

  • imprese alberghiere;
  • strutture che svolgono attività agrituristica, come definita dalla Legge n. 96/2006 e dalle pertinenti norme regionali;
  • strutture ricettive all’aria aperta;
  • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici, parchi tematici.

Il credito d’imposta/contributo a fondo perduto spettano con riferimento alle spese sostenute, incluse quelle di progettazione, per eseguire gli interventi di:

  • incremento dell’efficienza energetica delle strutture / riqualificazione antisismica;
  • eliminazione delle barriere architettoniche ai sensi della Legge n. 13/89 e del DPR n. 503/96;
  • edilizia, relativamente a manutenzione straordinaria, restauro / risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, funzionali alla realizzazione dei precedenti;
  • realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature / apparecchiature per    lo svolgimento delle attività termali;
  • spese per la digitalizzazione ed in particolare impianti wi-fi solo a condizione che l’esercizio ricettivo metta a disposizione dei propri clienti un servizio gratuito di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download, siti web ottimizzati per il sistema mobile, programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti purchè in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi, spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio, servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale, strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità, servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente.

Gli interventi agevolabili devono essere eseguiti nel rispetto dei principi della progettazione universale (di cui alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità” ex Legge n. 18/2009) e conformi alla Comunicazione della Commissione UE 2021/C 58/01 ovvero non arrecare un danno significativo agli obiettivi ambientali.

Info: 05753141 – info@artigianiarezzo.it



    I mestieri dell'Arte Artigianato artistico ad Arezzo
    Archivio fotografico storico aretino
    Fondazione Arezzo intour
    Mostra mercato Artigianato della Valtiberina Toscana
    Consorzio Multienergia
    Scuolartigiana
    Camera di Commercio di Arezzo Siena