Riduzioni Tari per le imprese artigiane nei comuni del Valdarno

10 Agosto 2021

 

Giacomo Magi

Confartigianato plaude alla scelta dei comuni del Valdarno che hanno approvato riduzioni della Tari, la tariffa inerente i rifiuti urbani, per la parte di loro competenza nei confronti delle imprese che hanno subito fortemente i contraccolpi delle chiusure legate all'epidemia di covid 19. Ad esprimersi in proposito è Giacomo Magi, responsabile di vallata di Confartigianato Imprese Arezzo.

"Vogliamo sottolineare - dice Magi - la decisione dei comuni del Valdarno che, nelle parti di loro competenza, hanno applicato delle riduzioni significative sulla Tari, come segno di vicinanza per le imprese e per il territorio stesso. Si tratta di un gesto importante da parte di questi comuni, che hanno operato in concertazione con le associazioni di categoria, come Confartigianato, e anche se gli importi delle riduzioni possono essere cifre modeste, a volte assorbite dagli aumenti decisi da Arera, accogliamo questa decisione in maniera assolutamente favorevole perché testimonia la sensibilità di queste istituzioni nei confronti delle piccole aziende e degli artigiani".

In particolare Confartigianato intende far conoscere agli imprenditori la decisione del Comune di Laterina-Pergine, che ha approvato per tutte le utenze non domestiche una riduzione del 20% sulla parte variabile della Tari.

Per alcune categorie di imprese, che hanno subito le chiusure obbligatorie, è previsto uno sconto del 50%, mentre per quelle che hanno avuto restrizioni, lo sconto è del 35%. In questi casi la riduzione si ottiene inviando al Comune di Laterina Pergine, attraverso la PEC, entro il 15 settembre prossimo una specifica domanda. Gli uffici di Confartigianato Valdarno sono a disposizione delle imprese associate per tutte le informazioni e i chiarimenti relativi a tutte le delibere decise dai Comuni della vallata.

 

Scarica il documento in formato pdf