Torna la scuola per genitori di Confartigianato con una serata sul disagio giovanile

28 Febbraio 2020

“Quali sono le sfide educative più pregnanti oggi? La scuola e la famiglia sanno farvi fronte? E come? Per crescere un bambino ci vuole un villaggio, ma come è il villaggio globale in cui crescono i nostri figli nati nel terzo millennio?”

Sono queste le domande principali alle quali cercherà di dare una risposta il prof. Alberto Pellai, psicoterapeuta cognitivo comportamentale dell'età evolutiva, da anni uno dei più apprezzati esperti della scuola per genitori di Confartigianato Arezzo.

Pellai sarà protagonista il prossimo 2 marzo presso l'Etrusco Hotel di via Fleming 39 ad Arezzo per una serata intitolata "Costruire un vero Welfare di comunità. Disagio giovanile: la scuola, le criticità e la famiglia" .

L'appuntamento, con ingresso gratuito (necessaria compilare una scheda di adesione reperibile sul sito di Confartigianato Arezzo) avrà inizio alle ore 20.45.

L'iniziativa è organizzata da Universo sociale Onlus che da anni sostiene i progetti della Scuola per Genitori, e quest'anno ha partecipato con un suo progetto, intitolato “Costruire un vero welfare di comunità” al Bando sul Contrasto alla povertà e alla fragilità sociale della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Il progetto presentato, che si inserisce a pieno nella tematica del contrasto alla fragilità sociale, ha fra i suoi obiettivi principali proprio quello di investire sui giovani, che considera una risorsa da valorizzare, rappresentando il futuro, e mira a realizzare buone pratiche a sostegno di una comunità accogliente, attivando azioni di prevenzione contro il bullismo e il disagio tra i giovani stessi, anche nelle scuole.

Con questa serata, dedicata in particolare proprio al disagio giovanile, il prof. Alberto Pellai, affronterà questi aspetti a tutto tondo, approfondendo la riflessione sui segni del disagio che bambini, preadolescenti ed adolescenti mostrano negli ambienti di vita, nella scuola e nella famiglia.

“I segnali che emergono dal mondo di bambini, preadolescenti e adolescenti – osserva Pellai - sono spesso richieste di aiuto, un tentativo di "darsi speranza"; per questo motivo tutti gli operatori devono sapere riconoscere e decodificare i vari segnali, diversi e specifici per ogni età, attivando un'alleanza scuola-famiglia. E' necessario sapere allenare alla vita, educare non solo il sapere e il saper fare, ma anche il saper essere di chi cresce. Quella del prossimo 2 marzo sarà pertanto – conclude - una serata per riflettere sul ruolo insostituibile che gli adulti devono rivestire di fronte alla crescita dei minori di oggi”.

La serata si svolge, con il sostegno di Miniconf, affermata azienda di confezioni per bambini e teenager del territorio, e quello dei Comuni di Bibbiena, Cortona, Montevarchi e Sansepolcro.  “Siamo orgogliosi di sostenere per l’9° anno consecutivo il progetto “Scuola per genitori” precisa il presidente di Miniconf Giovanni Basagni - Condividiamo la convinzione che il ruolo degli adulti nei confronti della formazione dei giovani sia fondamentale, soprattutto in presenza di situazioni di disagio o bullismo. Ecco perché riteniamo indispens-abile fornire ai genitori strumenti utili ad interpretare ed affrontare la realtà complessa delle nostre società e supportiamo sul nostro territorio iniziative come queste..”

 

"La scuola per genitori non si ferma - sottolinea il segretario di Confartigianato Dottssa Alessandra Papini - e lunedì confermiamo l'appuntamento con il Professor Pellai a testimonianza che dobbiamo essere forti e uniti per vincere tutte le sfide e noi adulti dobbiamo essere per questo un esempio per i giovani"

 

Scarica il documento in formato pdf