Sostegno all'occupazione. Contributi della Regione Toscana per datori di lavoro privati

30 Giugno 2020

 

Mettere a disposizione dei datori di lavoro privati contributi pubblici per favorire l’occupazione di donne disoccupate over 30, giovani laureati e dottori di ricerca, lavoratori licenziati a partire dal 1/1/2018, lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali, soggetti disoccupati over 55, persone con disabilità e soggetti svantaggiati. 

E' questa la finalità dell'avviso pubblico annualità 2020 per l’assegnazione di contributi ai datori di lavoro privati a sostegno dell’occupazione per gli anni 2018-2020 approvato dalla Regione Toscana.

Il bando è finanziato con risorse del Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020 e da risorse regionali del Fondo per assunzione giovani laureati per imprese. Relativamente agli incentivi con destinatari finali i giovani laureati e dottori di ricerca l'avviso pubblico rientra nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.

La misura del contributo è così suddivisa:

a) Per donne disoccupate over 30 un incentivo pari a:
euro 8.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 4.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;

b) Per persone con disabilità un incentivo pari a:
euro 10.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 5.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;
euro 5.000 per l’assunzione a tempo determinato full time con durata contrattuale maggiore o uguale a 12 mesi (proroghe escluse);
euro 2.500 per l’assunzione a tempo determinato part-time con durata contrattuale maggiore o uguale a 12 mesi (proroghe escluse).

c) Per lavoratori interessati a partire dal 1 gennaio 2008 da licenziamento un incentivo pari a:
euro 8.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 4.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;

c bis) Per lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali di particolare rilevanza per il territorio regionale o locale (almeno 100 esuberi verificatisi nel 2019-2020 determinati dalla cessazione delle attività aziendali o parti di queste) un incentivo pari a:
euro 8.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 4.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;

d) Per soggetti disoccupati over 55 un incentivo pari a:
euro 8.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 4.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;

e) Per soggetti svantaggiati indicati all’art. 17 bis comma 5 della legge regionale 32/2002 un incentivo pari a:
euro 10.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 5.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;

f) Per giovani laureati (per le sole Piccole Medie Imprese –PMI) un incentivo pari a:
euro 6.000 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 3.000 per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;
euro 3.000 per l’assunzione a tempo determinato full-time con durata contrattuale maggiore o uguale a 12 mesi (proroghe escluse);
euro 1.500 per l’assunzione a tempo determinato part-time con durata contrattuale maggiore o uguale a 12 mesi (proroghe escluse).

g) Per dottori di ricerca (per le sole Piccole Medie Imprese –PMI) un incentivo pari a:
euro 6.500 per l’assunzione a tempo indeterminato full time;
euro 3.250  per l’assunzione a tempo indeterminato part-time;
euro 3.250  per l’assunzione a tempo determinato full-time con durata contrattuale maggiore o uguale a 12 mesi (proroghe escluse);
euro 1.625 per l’assunzione a tempo determinato part-time con durata contrattuale maggiore o uguale a 12 mesi (proroghe escluse)

Il bando ha validità fino al 15 Gennaio 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.

Per saperne di più è necessario contattare i nostri Uffici paghe dislocati nelle sedi territoriali di Confartigianato Imprese Arezzo (800 352 203 - info@artigianiarezzo.it

 

Scarica il documento in formato pdf