Scuolartigiana conclude con successo la nona edizione

18 Maggio 2018

E' stata una doppia festa quella di quest'anno a conclusione di Scuolartigiana, l'iniziativa di Confartigianato che da molti anni fa conoscere i mestieri artigiani ai ragazzi delle scuole elementari e medie.

La prima parte si è svolta questa mattina (ore 9,30) presso l'Istituto Comprensivo Garibaldi di Capolona-Subbiano ed ha visto un grande afflusso di studenti della scuola primaria e secondaria di entrambi i plessi, i genitori, gli insegnanti, molti artigiani che hanno fatto da “maestri”, la dirigente scolastica Paola Vignaroli, il presidente di Anap Confartigianato, Angiolo Galletti e le cariche provinciali di Confartigianato.

La seconda parte si è svolta presso la sala riunioni di Confartigianato (ore 10,45) e vi hanno partecipato, tra gli altri, il direttore generale e il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Salvini e Andrea Sereni , il segretario generale di Confartigianato, Mauro Giovagnoli e delegazioni degli studenti dell'Istituto Comprensivo Martiri di Civitella e dell'Istituto Comprensivo IV Novembre.

I numeri di quest'anno vedono 9 Istituti coinvolti, con 20 plessi scolastici, oltre 30 maestri artigiani e maestri d'opera e d'esperienza e circa 70 lezioni effettuate per un totale di 200 ore di aula/azienda.

A tutti i protagonisti sono stati consegnanti i tradizionali diplomi.

I ragazzi hanno avuto la possibilità, grazie a Scuolartigiana, di avere un piccolo assaggio di tanti mestieri, che vanno dall'artigianato artistico alla lavorazione del legno, alla moda, al mondo della comunicazione, della grafica e della tipografia, alle attività del settore alimentare.

Quest'anno Scuolartigiana ha voluto riassumere in 5 parole principali il suo significato. “Sono i 5 valori che abbiamo voluto esaltare particolarmente quest'anno – ha spiegato Mauro Giovagnoli Segretario di Confartigianato - sono 5 come le dita di una mano: manualità, tradizione, fantasia, emozione e innovazione. Un connubio che rende unica ogni produzione artigianale, che si basa certamente sulla manualità, e spesso sulla tradizione, ma diventa vincente quando c'è tanta fantasia, un pizzico di emozione e l'innovazione, che oggi è sempre più indispensabile.

E' stata inoltre varata una nuova immagine di Scuolartigiana, un restyling del logo che riproduce le foto di 14 studenti che hanno partecipato alle varie annualità della scuola, che per un giorno si sono inventati modelli e hanno dato il loro volto all'iniziativa.

“Un modo – ha ribadito Maurizio Baldi Presidente della Consulta delle Categorie di Confartigianato - per rimarcare fin da subito che i protagonisti di Scuolartigiana sono loro, i ragazzi, che hanno la possibilità, grazie a questa iniziativa, di conoscere alcune pillole di vari mestieri artigiani e di capire come questi possano dare tante soddisfazioni a chi li interpreta come una scelta di vita. In Confartigianato siamo sempre stati convinti di questo – ha sottolineato Baldi – e tutti gli artigiani che impegnano il loro tempo per far conoscere ai ragazzi il loro lavoro, ma anche cercando di trasmettere loro le emozioni e la passione che caratterizza il loro impegno quotidiano, sono profondamente convinti del valore di questa esperienza. Oggi portiamo avanti questa iniziativa – ha concluso Baldi – ancora più convinti del suo valore, e anche il mondo della scuola condivide i nostri intendimenti. In un mondo profondamente mutato come quello di oggi c'è bisogno di far conoscere ai ragazzi i mestieri artigiani, che non vedono più, come li vedevano i loro coetanei di alcuni decenni fa, ma anche di far capire loro che il mondo è cambiato e l'artigianato oggi è una scelta vincente, che può offrire un futuro molto più appagante di tanti altri e non va assolutamente inteso come un ripiego.”

“Una esperienza - ha continuato Angiolo Galletti Presidente AnapConfartigianto - calibrata sulla scuola dell'obbligo, antesignana della Buona Scuola e della Scuola-Lavoro, tanto che siamo giunti alla nona edizione e che ha visto Confartigianato impegnata su queste tematiche fin dagli anni 70-80. Per questo ringraziamo i vertici Camerali che da anni ormai ci accompagnano in questi progetti che valorizzano l'economia del territorio e sostengono il percorso formativo dei nostri giovani ragazzi"

Se Scuolartigiana riguarda i ragazzi delle elementari e delle medie, Confartigianato ha in atto molte altre iniziative per i ragazzi più grandi. Molte di queste sono nate e si consolidano con gli Istituti Tecnici industriali e professionali, mentre con il Liceo Artistico è stato varato il Liceo dell'artigianato, con artigiani che si trasformano in insegnanti per portare avanti veri e propri progetti.

“Oggi – ha concluso Giovagnoli – le nuove norme, come la legge sulla “Buona scuola”, ci confermano che Confartigianato in collaborazione con la locale Camera di Commercio,è stata lungimirante. Ormai sono migliaia e migliaia i ragazzi che hanno frequentato Scuolartigiana, e poichè saranno i giovani a prendere in mano il testimone e a continuare la grande tradizione del made in Italy, noi siamo convinti di aver dato il nostro contributo in questo senso.”

 

 

Scarica il documento in formato pdf