RIAPERTURE E COPRIFUOCO. Le nuove misure anticontagio in vigore dal 19 Maggio 2021

18 Maggio 2021
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo Decreto Legge 65 del 18/5/2021 con le nuove misure anti contagio in vigore dal 19/5/2021 LEGGI IL COMUNICATO STAMPA DEL GOVERNO.
 
Il nuovo provvedimento introduce una nuova "road map" legata alla riapertura anticipata delle attività (rispetto a quella contenuta nel Decreto Legge N. 52 del 22/4/2021) e la progressiva eliminazione del coprifuoco; il tutto alla luce degli ultimi dati scientifici sull’epidemia e dell’andamento della campagna di vaccinazione.
 
La riapertura delle attività è regolamentata dalle "Linee guida per la ripresa delle attività economiche" del 28/5/2021, condivise dalla Conferenza Stato-Regioni sulla base delle indicazioni del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) e pubblicate in GU in allegato all'Ordinanza del Ministero della Salute.
 
Rimane inalterata la suddivisione in zone in base all'andamento epidemiologico (bianca, gialla, arancione e rossa). Settimanalmente un’ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE ufficializzerà la collocazione delle Regioni nelle varie zone, in base al monitoraggio del CTS che si baserà d'ora in avanti sull'incidenza dei contagi rispetto alla popolazione complessiva e sul tasso di occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva.
 
Per quanto riguarda il nostro territorio tali disposizioni potranno essere rafforzate da specifiche ORDINANZE EMANATE DALLA REGIONE TOSCANA.
  
GUARDA LA COLLOCAZIONE ATTUALE DELLE REGIONI (ZONE BIANCHE, GIALLA, ARANCIONE, ROSSA) NELLA FAQ INFOGRAFICA PRESENTE NEL SITO UFFICIALE DEL GOVERNO.
 
Fatto salvo quanto disposto nel presente Decreto, si applicano le misure del Decreto Legge N.52 del 22/4/2021 e del DPCM 2/3/2021.
 
 
Dobbiamo inoltre segnalare che un''ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE del 18/6/2021 consentirà:
 
  • l'ingresso dai Paesi dell'Unione Europea e da Stati Uniti, Canada e Giappone con i requisiti del Certificato Verde;
  • prolunga le misure di divieto di ingresso da India, Bangladesh e Sri Lanka;
  • introduce una quarantena di 5 giorni con obbligo di tampone per chi proviene dalla Gran Bretagna.
Di seguito una breve sintesi sulle disposizioni suddivise per zona:
 

⚪️ DISPOSIZIONI PER LA ZONA BIANCA  

  • Le attività di somministrazione alimenti e bevande potranno effettuare consumo al tavolo all'aperto e al chiuso, sia a pranzo che a cena, con un limite massimo di 6 persone per ogni tavolo al chiuso (se le persone non sono conviventi);
  • E' abrogato il coprifuoco notturno e consentiti gli spostamenti;
  • E' consentita la presenza di pubblico, nei limiti già previsti (25% per cento della capienza massima con il limite di 1000 persone all'aperto e 500 al chiuso tranne specifiche autorizzazioni), per tutte le competizioni o eventi sportivi (non solo a quelli di interesse nazionale)
  • Possibili, anche al chiuso, feste e ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, tramite uso del "green pass";
  • Consentito lo svolgimento di sagre, fiere, convegni e congressi;
  • Sono aperti al pubblico parchi tematici, di divertimento, sale da ballo o discoteche (senza ballare; si potrà solo ascoltare musica, mangiare e bere), sale giochi, sale scommesse, sale bingo, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi, piscine al chiuso, centri notatori e centri benessere. E' consentito l'utilizzo delle docce nelle palestre, nelle piscine e nei centri sportivi (secondo le linee guida vigenti);
  • E' nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza;
  • Rimane invariato il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, il divieto di assembramento, la sanificazione nei luoghi chiusi e l'areazione, nonchè l'obbligo di igienizzare le mani; il tutto secondo i protocolli di sicurezza previsti per i different settori. Dal 28/6 stop all'obbligo di indossare la mascherina all'aperto (tale dispositivo individuale dovrà essere indossato nei luoghi a rischio assembramento, sui mezzi di trasporto e nei locali) vedi ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE del 22/6.
🟡 DISPOSIZIONI PER LA ZONA GIALLA 
 
  • Coprifuoco: Dal 19/5/2021 obbligo di rientro alle ore 23.00, dal 7/6/2021 alle ore 24.00 (salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità - presentare autocertificazione), dal 21/6/2021 nessun obbligo di rientro e libera circolazione anche notturna.
  • Gli spostamenti tra Regioni gialle o bianche sono liberi. Lo spostamento in Regioni arancioni e rosse sarà consentito per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione) mentre gli spostamenti "turistici" saranno consentiti solo con possesso della certificazione verde. E’ consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le ore 5.00 e le ore 22.00, ad un massimo di 4 persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Le persone che si spostano, potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. E' sempre consentito il rientro presso la residenza, domicilio e abitazione;
  • Dal 26/4/2021 sono aperti i mercati e nel rispetto delle linee guida vigenti è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto; 
  • Dal 15/5/2021 sono aperte le piscine (all’aperto) e gli stabilimenti balneari;
  • Dal 22/5/2021 i Centri Commerciali potranno riaprire anche nei giorni festivi e prefestivi. Riaprono anche gli impianti sciistici;
  • Dal 24/5/2021 riaprono le palestre nel rispetto delle linee guida vigenti (ok all'utilizzo degli spogliatoi ma senza utilizzo della doccia);
  • Dal 1/6/2021 le attività di somministrazione alimenti e bevande potranno effettuare nuovamente consumo al tavolo all'aperto e al chiuso, sia a pranzo che a cena, unitamente al servizio al banco per i Bar. Resta consentita in qualsiasi orario la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione da asporto (seguendo l'orario di coprifuoco in vigore) anche per le attività con Codice Ateco 56.30 prevalente (Vedi Circolare Ministero dell'Interno del 7/5/2021) senza consumazione sul posto o nelle adiacenze. Resta consentita, senza limiti di orario, la somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 ed E55, negli ospedali e negli aeroporti, negli alberghi e in altre strutture ricettive; limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati (sempre con l'obbligo di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di 1 metro). Riaprono gli stadi e gli eventi "live" (la capienza non dovrà essere superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all'aperto e 500 al chiuso);
  • Dal 15/6/2021 Riapertura per matrimoni e cerimonie sia all'aperto che al chiuso (gli invitati dovranno possedere la certificazione verde per dimostrare di essere stati vaccinati con la seconda dose, oppure avere avuto il covid ed essere guariti, oppure aver fatto un tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti). Riaprono inoltre fiere, convegni e congressi (anche in questo caso è necessaria la certificazione verde. Nel caso degli eventi suddetti è consentito, inoltre, svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico). Riaprono i parchi tematici;
  • Dal 1/7/2021 riaprono palazzetti dello sport, Sale da gioco, scommesse, bingo, Casinò, Centri culturali, sociali, circoli, piscine al chiuso, centri termali e corsi di formazione in presenza;
  • Restano sospese le attività di Sale da ballo, discoteche e simili, all'aperto o al chiuso;
  • Rimane invariato il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, l'obbligo di indossare la mascherina, lavare e igienizzare spesso le mani. 
🟠 DISPOSIZIONI PER LA ZONA ARANCIONE 
 
  • Coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione);
  • Gli spostamenti all'interno del proprio comune sono liberi. Lo spostamento in Regioni di altri colori sarà consentito per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione). Gli spostamenti "turistici" saranno consentiti solo con possesso della certificazione verde (vedi sopra). E’ consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le ore 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di 4 persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Le persone che si spostano, potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. E' sempre consentito il rientro presso la residenza, domicilio e abitazione;
  • Sospensione delle attività di somministrazione alimenti e bevande (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) ad esclusione delle mense e del catering continuativo. Resta consentita in qualsiasi orario la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione da asporto fino alle ore 22.00 (divieto dalle ore 18.00 solo per le attività con Codice Ateco prevalente 56.30) senza consumazione sul posto o nelle adiacenze. Resta consentita, senza limiti di orario, la somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 ed E55, negli ospedali e negli aeroporti, negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati (sempre con l'obbligo di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di 1 metro). Per la consegna a domicilio il Comune di Arezzo ha emanato un'Ordinanza specifica per agevolare le imprese;
  • Dal 26/4/2021 l'attività didattica in presenza deve essere tra il 70 e il 100% degli studenti;
  • I centri commerciali restano chiusi nei giorni festivi ad eccezione delle attività commerciali previste dal DPCM del 2/3/2021 ovvero farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie;
  • Rimane invariato il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, l'obbligo di indossare la mascherina e lavare e igienizzare spesso le mani. 
🔴 DISPOSIZIONI PER LA ZONA ROSSA 
 
  • Coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione);
  • Vietato ogni spostamento in entrata e uscita dalla Regione, in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio, abitazione e anche all’interno del territorio stesso, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione). E’ vietato lo spostamento in abitazioni private diverse dalla propria;
  • Chiusura per mercati (salvo le attività dirette di soli generi alimentari), centri sportivi, centri estetici, acconciatori e negozi di vendita al dettaglio (ad esclusione dei Codici Ateco - vedi allegati 23 e 24);
  • Sospensione delle attività di somministrazione alimenti e bevande (fra cui bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie) ad esclusione delle mense e del catering continuativo. Resta consentita in qualsiasi orario la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione da asporto fino alle ore 22.00 (divieto dalle ore 18.00 per le attività con Codice Ateco prevalente 56.30) senza consumazione sul posto o nelle adiacenze. Resta consentita, senza limiti di orario, la somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 ed E55, negli ospedali e negli aeroporti, negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati (sempre con l'obbligo di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di 1 metro). Per la consegna a domicilio il Comune di Arezzo ha emanato un'Ordinanza specifica per agevolare le imprese;
  • Dal 26/4/2021 l'attività didattica in presenza deve essere tra il 50 e il 75% degli studenti;
  • I centri commerciali restano chiusi nei giorni festivi ad eccezione delle attività commerciali previste dal DPCM del 2/3/2021 ovvero farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie;
  • Rimane invariato il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, l'obbligo di indossare la mascherina, lavare e igienizzare spesso le mani. 
Info: 05753141 - info@artigianiarezzo.it
 
Scarica il documento in formato pdf