Luce e gas, cala il prezzo all'ingrosso ma la bolletta continua a salire

5 Aprile 2018

Cala il prezzo dell'energia, ma la bolletta aumenta. In base all'ultimo aggiornamento dell'Autorità dell'Energia, dal 1 aprile per la famiglia-tipo il costo dell'elettricità è sceso dell'8% e quello del gas del -5,7%, grazie ai prezzi in calo sui mercati all'ingrosso.

La spesa complessiva annuale tuttavia aumenta. Per l'elettricità, al lordo tasse, la famiglia-tipo nell'anno compreso tra il primo luglio 2017 e il 30 giugno 2018 spenderà 533,73 euro, con una variazione del +5,6% rispetto all'anno precedente. Per la bolletta gas la spesa sarà di circa 1.042 euro, con una variazione del +1,3%.

“Il calo dei costi di luce e gas - commenta Giuseppe Nocentini, vicepresidente di Confartigianato Imprese Arezzo – sarebbe una buona notizia per le nostre famiglie e per le imprese, ma ormai i cosiddetti "oneri di sistema" incidono in maniera tale sulle bollette che queste non scendono, anzi aumentano. Desta preoccupazione questa dinamica che vede un nuovo aumento del +1,1%, vere e proprie tasse occulte che si annidano all'interno delle bollette. I cittadini continuano a pagare in bolletta i famigerati oneri di sistema per la dismissione delle centrali nucleari, per le agevolazioni alle imprese energivore, per i regimi tariffari speciali a favore delle ferrovie, per gli incentivi alle fronti rinnovabili. Va ancora peggio per il gas, per il quale si pagano il 42,5% di imposte e oneri su ogni singola bolletta. A conti fatti una famiglia paga quasi 191 euro di tasse e oneri sulla bolletta della luce e ben 443 euro di imposte per il gas.”

Quale soluzione? Una risposta Confartigianato la offre ad aziende e famiglie attraverso il Consorzio Multieneregia in un momento in cui tutto il mercato sta cambiando radicalmente.

“Entro luglio 2019 ci sarà la chiusura del Mercato di Tutela, dove le tariffe della luce e gas erano regolate dall'AEEGSI (Autorità Energia Elettrica Gas e Servizio Idrico), e l'utente è chiamato a scegliere un fornitore di luce e gas dal Libero Mercato ed è facile pensare che famiglie e imprese saranno bombardate di offerte, ma purtroppo non tutte saranno trasparenti. Anzi è già capitato che molte famiglie già transitate sul Mercato Libero siano incappate in tariffe decisamente onerose e poco trasparenti.

Multienergia sconsiglia vivamente di aderire alle proposte luce e gas che vengono offerte telefonicamente e raccomanda massima prudenza nella scelta del nuovo fornitore di luce e gas.

Per ricevere ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi allo sportello Provinciale Multienergia presente presso la sede di Confartigianato Imprese Arezzo - Via Tiziano 32 oppure Tel. 0575 314282 - multienergia@artigianiarezzo.it).

Scarica il documento in formato pdf