Le eccellenze dell'artigianato artistico alla Mostra dell'Artigianato di Firenze

6 Aprile 2018

Le originali creazioni delle botteghe d'arte del territorio di Arezzo e delle sue vallate verranno proposte ai visitatori della Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze nell’ambito di una esposizione di artigianato artistico promossa da Confartigianato e CNA dal titolo "I Mestieri dell'Arte fra Tevere ed Arno". Nella splendida cornice della Palazzina Lorenese all’interno della Fortezza da Basso saranno oltre 200 le creazioni artigiane che spazieranno dalla ceramica, al ferro battuto passando per il vetro artistico, l’oreficeria, la scultura e la decorazione. Complessivamente saranno circa 50 le aziende dell'artigianato coinvolte nel progetto.

Ad accogliere i visitatori ci saranno le meravigliose sculture monumentali di Andrea Roggi, artista di fama internazionale che vive e lavora a Castiglion Fiorentino. Gli artigiani presenti con le loro opere all’interno degli show-room della Palazzina Lorenese daranno nei giorni di svolgimento della Mostra una dimostrazione delle lavorazioni dei diversi mestieri artigiani in una postazione di lavoro che verrà collocata sotto il loggiato: un fabbro sarà presente con la sua forgia per il ferro battuto, uno scalpellino scolpirà la pietra serena e poi un ceramista con il suo tornio, un artigiano del legno per una dimostrazione dedicata alla pirografia, un maestro impagliatore per l’intreccio dei vimini e poi ancora la decorazione dei tessuti, lo sbalzo ed il cesello dell’argento e del rame. All’interno della Palazzina Lorenese gli appassionati di artigianato artistico potranno acquistare i pezzi unici di artigianato del territorio come ad esempio i cappotti e gli accessori in panno del casentino, le scarpe realizzate su misura, le ceramiche di Deruta, gli splendidi gioielli dei maestri orafi.

"Lo spazio che Firenze Fiera ha voluto concederci – dichiarano i rappresentanti di Confartigianato e CNA - testimonia l'impegno ed il sostegno nei confronti di un progetto unitario che abbiamo fortemente voluto per promuovere, utilizzando un unico brand, le eccellenze dell'artigianato artistico della nostra provincia. Grazie alla sensibilità ed alla preziosa collaborazione della Fiera avremo dunque la possibilità di valorizzare, in una location davvero straordinaria e tra le più visitate della Regione, la produzione delle aziende dell'artigianato artistico del nostro territorio".

Il brand collettivo che identifica la rete informale delle botteghe artigiane del territorio provinciale aderenti al progetto “I Mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno” si ispira all’immagine di una straordinaria opera conservata in una delle più belle dimore liberty di Montevarchi, Villa Masini (utilizzata anche per alcune delle scene del film “La Vita è Bella” di Roberto Benigni).

Si tratta di una vetrata policroma realizzata nel 1927 dall’artista Ulisse de Matteis e raffigurante una figura allegorica che richiama – con i simboli della fiamma e della ragnatela – i temi della sapienza e dell’operosità dell’artigiano-artista. Il motto dannunziano “per non dormire, per non morire” testimonia l’aspirazione all’immortalità dell’artefice dell’oggetto d’arte che trasferendo la Bellezza nelle forme dei materiali utilizzati per le sue opere la rende capace di giungere alle generazioni successive attraverso il tempo.

Per ulteriori informazioni sulle botteghe d’arte aderenti al progetto potete visitare il sito Internet I Mestieri dell'Arte fra Tevere ed Arno

Scarica il documento in formato pdf