La Ministra De Micheli all’Assemblea di Confartigianato Trasporti: l’Italia vi ringrazia

19 Dicembre 2020

La Ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli ha scelto l’Assemblea di Confartigianato Trasporti svoltasi oggi per dire ‘grazie’ agli autotrasportatori italiani che non si sono mai fermati durante questi mesi di pandemia, presentando in anteprima il nuovo spot istituzionale del Ministero, in onda da oggi sulle reti Rai, con il quale esprime alle imprese dei trasporti e della logistica la gratitudine di tutto il Paese.

L’Assemblea di Confartigianato Trasporti, che è stata aperta dagli interventi del Presidente Amedeo Genedani e del Presidente di Confartigianato Imprese Marco Granelli e i cui lavori sono stati condotti dal Segretario nazionale Sergio Lo Monte, è stata anche l’occasione per l’annuncio da parte della Ministra del finanziamento fino al 2031 del fondo dell’autotrasporto. “Non lo toccherà nessuno – ha detto De Micheli – e io non consento che lo tocchi nessuno” assicurando che ci sono 240 milioni nel bilancio pubblico fino al 2031″. La Ministra ha anche annunciato che dal Recovey Fund verranno attinte risorse per alimentare il fondo dedicato al rinnovo del parco veicolare dell’autotrasporto.

Il Presidente di Confartigianato Trasporti Amedeo Genedani ha sottolineato che l’autotrasporto, quest’anno, ha mostrato l’importanza del suo ruolo, ha dimostrato di essere un settore strategico. “Quando non si poteva uscire di casa – ha detto Genedani – noi siamo stati quelli che hanno sostenuto un popolo e una nazione. Le nostre imprese devono essere sostenute. La Ministra De Micheli è l’unica persona che ha capito il valore della nostra categoria e lo ha testimoniato con il pragmatismo e la concretezza della sua azione nei confronti delle nostre imprese”.

"Imprese – ha aggiunto il Presidente di Confartigianato Marco Granelli – che esprimono in pieno il valore artigiano che la Confederazione è impegnata a difendere e a promuovere con le iniziative di rappresentanza e di servizio".

“Anche nella fase più acuta della pandemia – ha sottolineato ancora la Ministra De Micheli – c’è chi non si è mai fermato. Da marzo ad oggi la logistica e i trasporti hanno svolto un ruolo fondamentale per l’Italia: è grazie a loro se abbiamo continuato a fare la spesa, se le farmacie e gli ospedali hanno prestato le cure a chi ne aveva bisogno, se sotto l’albero ci sarà un regalo ad aspettare i nostri cari. Era importante che il sentimento di gratitudine non venisse disperso nelle sfide della quotidianità ma di questo venisse lasciata una traccia”, ha detto la titolare del Mit presentando il messaggio che “senza nessuna retorica entrerà ora nelle case degli italiani”.

“Bisogna usare la crisi – ha aggiunto la responsabile del Dicastero – per risalire e mettere in campo tutte le politiche prospettiche per il futuro. Istituzioni e rappresentanza dell’autotrasporto, datoriale e sindacale, devono lavorare insieme per perseguire questi obiettivi. Siamo stati i primi in Europa a dettare delle linee guida a tutela dei lavoratori, apriamo un tavolo per renderle ancora più aderenti alla realtà. La sicurezza sulle strade e la vita di chi viaggia è la nostra priorità”.

“Il livello di insicurezza emerso – ha aggiunto la Ministra De Micheli – dovuto alla vetustà delle opere, oltre alla mancanza di manutenzione, ha reso necessario un nostro incisivo intervento anche se questo ha comportato disagi e qualche preoccupazione. I cantieri portano sicurezza, così’ come le dotazioni tecnologiche sulle quali dobbiamo investire. Oltre al nostro piano Italia Veloce, dove abbiamo investito 5,3 miliardi per la manutenzione delle strade, dei ponti, dei viadotti, il Ministero finanzierà, in parte con fondi ordinari, in parte con le risorse del Recovery, la dotazione tecnologica e il ricorso a dispositivi che consentano di dialogare con queste tecnologie, a garanzia della sicurezza degli autotrasportatori”.

PER GUARDARE LO SPOT REALIZZATO DAL MIT PER RINGRAZIARE LE IMPRESE DEL TRASPORTO E LOGISTICA CLICCA QUI

 

Scarica il documento in formato pdf