“Insieme per crescere” di Confartigianato al Liceo Scientifico F.Redi

17 Aprile 2018

“Insieme per crescere” di Confartigianato Arezzo stavolta incontra i ragazzi del Liceo Scientifico “Francesco Redi”.

L'appuntamento è per sabato prossimo, 21 aprile, dalle 11 alle 13 e il protagonista sarà Stefano Bartolini, economista, docente universitario a Siena, che è diventato celebre per aver scritto il “Manifesto della felicità- come passare dal ben avere al benessere”.

“Sarà un appuntamento stimolante e intrigante – commenta Nedo Baglioni, presidente dei giovani di Confartigianato Arezzo – con un economista che spiega i tanti paradossi delle società di oggi e mostra come non sia sufficiente la ricchezza economica per essere felici, ma siano straordinariamente importanti le relazioni sociali. Questo approccio – continua Baglioni – è molto simile a quello che anche noi abbiamo in Confartigianato e che gli artigiani vivono ogni giorno. Gli artigiani infatti vivono e si relazionano sul territorio nel quale lavorano, non sono distanti come le multinazionali, producono beni e servizi, ma sono anche consumatori di beni e servizi prodotti da altri, sempre nello stesso territorio. In altre parole l'artigianato e l'economia della felicità di cui parla Bartolini hanno molto in comune ed è per questo che abbiamo ritenuto interessante proporre questo incontro ai ragazzi del Liceo Scientifico Francesco Redi.”

L'iniziativa si colloca nell'ambito della scuola per genitori di Confartigianato Arezzo che è intitolata “Insieme per crescere”.

“Già dallo scorso anno – prosegue Baglioni – abbiamo pensato di ampliare il nostro raggio di azione, coinvolgendo anche i ragazzi delle scuole superiori, oltre a proseguire i moduli tradizionali dedicati a genitori, nonni, familiari in genere ed educatori. Noi lavoriamo praticamente da sempre con le scuole di ogni ordine e grado e portiamo gli allievi a conoscere la realtà associativa di Confartigianato e il mestiere degli artigiani perché siamo convinti che in molti casi un'attività in proprio nel settore artigiano può rappresentare una scelta di vita che sarà ricca di soddisfazioni e anche di benessere. Questa volta – conclude – abbiamo pensato di coinvolgere il Liceo Scientifico perché siamo convinti che anche fra gli allievi di questa scuola, apparentemente distante dal mondo dell'artigianato, potranno esserci ragazzi che, una volta informati e stimolati, potranno manifestare interesse per l'attività artigiana.”

Confartigianato Arezzo è tra l'altro sostenitrice del progetto “Arezzo ci cRedi” del Liceo Scientifico che mira a dotare la struttura di via Leone Leoni di una sala polivalente aperta alla città ed utile per spettacoli e occasioni culturali di vario tipo.

 

Scarica il documento in formato pdf