Fatturazione elettronica, il 4 giugno ad Aperitivo in Confartigianato

31 Maggio 2018

Fatturazione elettronica, il 4 giugno ad Aperitivo in Confartigianato

A breve la normativa entrerà in vigore anche per artigiani e PMI

 

La Fatturazione Elettronica. Impatti ed opportunità per le PMI: è questo l'argomento del prossimo appuntamento di Aperitivo in Confartigianato in programma lunedì 4 giugno, con inizio alle 17.30 presso la sala conferenze di Confartigianato Imprese in via Tiziano 32 ad Arezzo.

Il relatore della serata sarà Andrea Trevisani, direttore nazionale delle Politiche Fiscali di Confartigianato.

La serata si preannuncia di grande interesse perché dal 1° luglio 2018 l’obbligo di emettere la fatturazione elettronica interesserà un’ampia platea di soggetti, per poi divenire obbligatoria per tutti i contribuenti Iva dal 1° gennaio 2019.

Intanto alcuni numeri: le microimprese, quelle che contano fino a 10 addetti, sono oltre 4 milioni, il 95,4% del totale. Gli occupati sono quasi 7 milioni e mezzo, il 46,0% del totale. Le imprese artigiane sono oltre un milione e trecentomila, il 21,9% delle imprese

In un sistema come questo, di micro e piccole imprese e con un fisco «non semplice», la maggioranza dei contribuenti si affida a intermediari, professionisti o associazioni di categoria. L'unica cosa che finora non è stata delegata agli intermediari è l’emissione della fattura diversa da quella verso la pubblica amministrazione.

Quale sarà dunque l'impatto della fattura elettronica in questo contesto? Come cambieranno i processi amministrativi delle imprese e degli intermediari?

Saranno questi alcuni dei temi principali che verranno affrontati da Andrea Trevisani nel corso dell'incontro di lunedì 4 giugno in Confartigianato Arezzo.

Il direttore delle Politiche Fiscali di Confartigianato illustrerà anche gli aspetti positivi della fatturazione elettronica, che aiuterà nel processo di digitalizzazione, migliorando i processi di gestione dei documenti e contribuendo ad eliminare gli archivi fisici, ed illustrerà la posizione dell'associazione, che ritiene utile una maggiore gradualità del nuovo adempimento in relazione alla dimensione aziendale.

Questo anche alla luce del fatto che nel frattempo la Commissione europea ha presentato un pacchetto di semplificazione IVA per le piccole imprese, con una franchigia sino a 100 mila euro e semplificazioni su registrazione e adempimenti per imprese sino a 2 milioni di fatturato.

La partecipazione alla serata sarà come sempre libera e aperta a tutte le aziende interessate. L'evento sarà altresì aperto ai professionisti e sarà valido per la formazione professionale continua

 

Scarica il documento in formato pdf