Divieti di circolazione. Deroga per i veicoli che rientrano alla sede dell’impresa

8 Maggio 2018

Nello specifico la nota si riferisce ai “Veicoli che compiono il percorso per il rientro alle sedi dell’impresa intestataria degli stessi, principale o secondaria, da documentare con l’esibizione di un aggiornato certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, industria e artigianato, purché tali veicoli non si trovino ad una distanza superiore a 50 Km dalle medesime sedi a decorrere dall’orario di inizio del divieto e non percorrano tratti autostradali”.

Il Ministero ha dunque precisato che la deroga in oggetto è applicabile anche ai mezzi che circolano carichi purché rispettino due requisiti:

- Il mezzo non si trovi ad una distanza superiore ai 50 Km dalla sede dell’impresa, a decorrere dall’inizio del divieto;

- L’autista dimostri, agli organi accertatori, che si trovi nel mezzo di un viaggio di rientro alla sede dell’impresa.

Il MIT, infine non ritiene condizione imprescindibile che il veicolo debba viaggiare a vuoto. Lo stesso veicolo, infatti, potrebbe far ritorno carico in sede per un’eventuale rottura di carico oppure essere predisposto per un nuovo trasporto il giorno successivo.

Per tutte le informazioni a riguardo è possibile contattare il Coordinatore Francesco Meacci (Tel. 0575.314246 - francesco.meacci@artigianiarezzo.it)

Scarica il documento in formato pdf