Dal 1 Luglio 2017 obbligatoria la Marcatura CE per i cavi elettrici

23 Giugno 2017

La Federazione Impianti di Confartigianato Imprese Arezzo comunica che dal 1 Luglio 2017 è in vigore la nuova Norma CEI 64.8 Sez. V4 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e 1.500 V in corrente continua” che aggiorna la Norma CEI 64-8 in base alle disposizioni del Regolamento Prodotti da Costruzioni UE 305/2011.

Dal 1 luglio 2017 entra in vigore il Regolamento Prodotti da Costruzioni (Construction Products Regulation – CPR.) da considerarsi legge in tutti gli Stati Membri dal luglio 2013

Cronistoria dell’applicabilità della CPR:

  • LUGLIO 2015 pubblicazione norma EN50575 (Gazzetta ufficiale EU “C378/6”);
  • 10 LUGLIO 2016 Data di applicabilità della CPR per i cavi;
  • 1 LUGLIO 2017 fine periodo di coesistenza.

La CPR prevede che dal 1 Luglio 2017 tutti i cavi immessi nel mercato dovranno avere la marcatura CE e la Dichiarazione di Prestazione.

A seguito del rilascio del Certificato di Costanza delle Prestazioni da parte di organismo accreditato il fabbricante può redigere la la propria Certificazione di Prestazione “COP” e successivamente apporre la Marcatura CE sui propri prodotti che andrà a commercializzare assumendosi la responsabilità della conformità del prodotto.

La responsabilità dell’immissione nel mercato dei prodotti relativi al Regolamento CPR sono in capo a:

  • Fabbricante
  • Distributore
  • Importatore
  • Mandatario

Dopo la data del 1 luglio 2017 i cavi ancora non marcati CE potranno essere utilizzati:

  • In applicazioni diverse da edifici e da opere di ingegneria civile
  • Al di fuori della comunità Europea
  • laddove esista una concessione o una licenza edilizia approvata prima della data del 1 Luglio 2017

Caratteristiche Essenziali dei cavi previste dalla CPR

  1. Reazione al Fuoco
  2. Resistenza al fuoco (normativa in fase di definizione)
  3. Rilascio di sostanze pericolose.

I cavi sono classificati in 7 classi di Reazione al Fuoco, e ogni classe prevede delle soglie minime per il rilascio del calore.

  1. Aca,
  2. B1ca,
  3. B2ca,
  4. Cca,
  5. Dca,
  6. Eca,
  7. Fca  (Scarica allegato cavi elettrici Marcatura CE)

identificate dal pedice “ca” (cable) in funzione delle loro prestazioni decrescenti. Ogni classe prevede soglie minime per il rilascio di calore e la propagazione della fiamma. Oltre a questa classificazione principale, le autorità europee hanno regolamentato anche l’uso dei seguenti parametri aggiuntivi:

a = acidità che definisce la pericolosità dei fumi per le persone e la corrosività per le cose. Varia da a1 a a3 s = opacità dei fumi. Varia da s1 a s3 d = gocciolamento di particelle incandescenti che possono propagare l’incendio. Varia da d0 a d2.

Per tutte le informazioni a riguardo è necessario contattare il Coordinatore Simone Verdelli (Tel. 0575.314282 - simone.verdelli@artigianiarezzo.it)

Scarica il documento in formato pdf