Confartigianato presenta ad OroArezzo il Concorso per la progettazione del trofeo dedicato a Piero Comanducci

8 Aprile 2019

Si chiama “Intarno” ed è il progetto vincitore del concorso nato per realizzare il trofeo in onore di Piero Comanducci organizzato da Ancos Confartigianato in collaborazione con il Liceo Artistico Piero della Francesca ed il fotoclub La Chimera.

Il progetto è stato realizzato da Daniele Giulianelli, Aldo Lebraschi, Tareq Qawasma della classe 3D1 del Liceo Artistico e tradotto in un'opera in metallo dal maestro artigiano Alano Maffucci. Sarà il trofeo che premierà ogni anno il vincitore del concorso fotografico organizzato dal Fotoclub La Chimera e da Ancos Confartigianato in onore di Piero Comanducci, personalità poliedrica che ha lasciato un segno profondo nella storia aretina degli ultimi anni.

Gli studenti del Liceo Artistico , coordinati dai Proff Riccardo Misesti e Leonardo Vinci ,hanno presentato diversi progetti che sono stati selezionati da una speciale giuria composta da rappresentanti di Confartigianato, del Fotoclub La Chimera, del Comune e della famiglia Comanducci. Oltre ad "Intarno", gli altri progetti premiati sono "Ardici", di Chiara Ceni e Grazia Nazzaro della classe 4D1 e "World" di Caterina Livraghi della classe 3D1.

Una menzione speciale al progetto "Cuzn" di Alessia Mucini e Alesia Iuliana Ancuta della classe 3D1.

Il progetto vincitore e gli altri lavori sono stati presentati oggi, nel corso della mostra mercato internazionale OroArezzo, che si svolge al Arezzo Fiere e Congressi.

“Questa iniziativa – ha spiegato Alessandra Papini Segretario di Confartigianato Arezzo- vuole ricordare degnamente un uomo come Piero Comanducci, la cui scomparsa ha lasciato un vuoto profondo ad Arezzo. Era una personalità poliedrica, un uomo dalle tante passioni, e con la sua telecamera ha raccontato molto della storia e dell'arte di Arezzo e del suo territorio, oltre al mondo dei rally automobilistici. Per questo collaboriamo insieme al Fotoclub La Chimera alla riuscita del premio fotografico a lui dedicato, ma abbiamo anche voluto che un trofeo e delle medaglie suggellassero meglio questo ricordo, e perciò, in collaborazione con il Liceo Artistico è nata l'idea di far realizzare questi progetti agli studenti di quella scuola. "

"Ne sono nati dei bellissimi progetti – conclude Angiolo Galletti Presidente Ancos Arezzo- a partire dal vincitore, realizzato in metallo da un maestro come Alano Maffucci, ma anche gli altri, che saranno tradotti in medaglie, e tutti serviranno a ricordare degnamente la memoria di un grande aretino.”

 

Scarica il documento in formato pdf