Confartigianato Arezzo e Arezzo Sviluppo: dialogo vincente a servizio delle imprese

5 Giungno 2019

 

Apprendistato risorsa e occasione da potenziare, formazione a tutto campo per le piccole e medie imprese del territorio, particolare attenzione nella guida delle aziende anche per export e comunicazione. Parliamo di Arezzo Sviluppo, che - nata il 1’ novembre 2013 dalla fusione per incorporazione della Sagor in Fo.Ar., aziende speciali della Camera di Commercio aretina - è sempre più operativa oggi, con l’obiettivo di offrire alle imprese ed alle istituzioni del territorio servizi avanzati e fortemente integrati.

“Per noi artigiani aretini – spiega Ferrer Vannetti, presidente di Confartigianato Arezzo - la nascita di Arezzo Sviluppo è stata importante, come lo è la sua attuale operatività sul nostro territorio”.

Ed è quindi “altrettanto importante essere presenti con la nostra esperienza associativa in questa struttura – spiega ancora Vannetti, che ricopre attualmente il ruolo di Amministratore di Arezzo Sviluppo –  visto che l’attività di questa azienda speciale si propone di offrire una formazione di altissimo livello anche e soprattutto nelle attività innovative che stanno crescendo all’interno delle filiere produttive distrettuali”.

“Come presidente di Confartigianato Arezzo - spiega ancora - considero la nostra presenza in Arezzo Sviluppo come un ulteriore positivo spazio di impegno nel sostegno pieno alle imprese artigiane, a tutte le Pmi del territorio e all’intera città di Arezzo. Questo nello spirito di servizio che ci caratterizza da sempre come associazione di categoria artigiana, che vuole essere presente negli spazi decisionali, operativi e istituzionali decisivi per le scelte relative all’attività economica e sociale sul territorio”.

In generale Arezzo Sviluppo si occupa da sempre di formazione professionale in molteplici settori a partire dalla formazione obbligatoria per legge con l’organizzazione di corsi riconosciuti dalla Regione Toscana.

Come accennato in apertura, Vannetti segue ovviamente con grande attenzione una delle esperienze di maggiore spessore di cui Arezzo Sviluppo è stata, ed è protagonista, quella dell’apprendistato, il cui impegno l’ha portata a vincere per due volte di seguito il bando  per la realizzazione del catalogo regionale dell’offerta formativa  pubblica nell’apprendistato professionalizzante.

“Su questo fronte  - spiega Vannetti - Arezzo Sviluppo è stata ed è tuttora capofila di un partenariato che comprende le agenzie formative di tutto il mondo economico provinciale e di  quello sindacale: con il primo progetto, concluso nel 2017, sono stati formati 2.020 lavoratori in 108 corsi organizzati su tutto il territorio provinciale. Un secondo progetto si concluderà nel 2020, ma già ad oggi ha visto formati 1100 ragazzi in oltre 60 corsi”.

Centrale la collaborazione con Camera di Commercio: in questo settore di attività Arezzo Sviluppo è particolarmente attiva: “Importante – spiega ancora il presidente di Confartigianato Arezzo  - ad esempio, la realizzazione di seminari rivolti alle imprese che non hanno mai esportato o che lo fanno sporadicamente, con l’organizzazione per il 2019 di 7 eventi di cui 6 già realizzati, che hanno visto la partecipazione di oltre 130 imprese”.

“Ovviamente  - conclude Vannetti - la collaborazione con Arezzo Sviluppo in campo formativo avviene in parallelo all’attività di formazione da noi operata direttamente attraverso Confartigianato Arezzo Formazione, agenzia accreditata che offre servizi studiati per favorire lo sviluppo dell'impresa artigiana e della piccola e media impresa, visto che Confartigianato Arezzo considera da sempre proprio la formazione strumento strategico per la crescita, e molto spesso, per la sopravvivenza delle aziende. L’attività di formazione è finalizzata al raggiungimento ed al potenziamento di standard di qualità sempre più elevati”.

Tornando al dialogo con Arezzo Sviluppo, da non dimenticare infine i progetti in materia di alternanza scuola – lavoro, soprattutto in materia di formazione dei tutor aziendali, figura di estrema importanza per il buon fine dell’alternanza voluta dalla normativa vigente. Ad oggi, sono due gli incontri realizzati ed altrettanti ne sono previsti nel mese di giugno.

 

Scarica il documento in formato pdf