Bando Inail ISI 2020. Contributi a fondo perduto fino a 130 mila Euro

10 Febbraio 2020

E’ stato pubblicato il Bando INAIL ISI che consente alle aziende di ottenere un contributo a fondo perduto del 65% fino a 130.000 euro per investimenti aziendali che contribuiscano a migliorare la salute e sicurezza dei lavoratori. 

Di seguito una sintesi sul Bando.

Contributi del 65% a fondo perduto per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

  • Beneficiari: tutte le imprese ubicate sul territorio nazionale, iscritte alla CCIAA che non abbiano ottenuto l’ammissione ai Bando ISI 2016, 2017 e 2018.
  • Agevolazioni: L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammissibili con massimo di contributo pari a € 130.000,00 in regime “de minimis”.

Per specifici interventi, verrà decurtato dal contributo la somma pari al 50% dell’importo preventivato per la vendita o permuta delle vecchie macchine.

Lo stanziamento dei fondi è suddiviso tra le seguenti tipologie di progetto:

  • Progetti di investimento (Sostituzione macchine non CE – Sostituzione di Trattori Agricoli o Forestali);
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori.

Per “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile nel DVR riferito ad un'unica unità locale con dipendenti. Il DVR può essere aggiornato fino alla data dell’Inserimento della domanda on line.

Spese ammissibili:

  • Acquisto di macchinari e impianti automatizzati;
  • Progetti per bonifica da materiali contenenti amianto.

È possibile acquistare più macchinari purchè facciano riferimento allo stesso rischio. Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non fatturati e non in corso di realizzazione alla data dell’Inserimento della domanda on line. Non sono ammessi beni usati. Non è ammesso il Leasing.

Le macchine da sostituire devono essere di proprietà della società richiedente almeno dal Dicembre 2017.

ISI AGRICOLTURA 2019

Contributi fino al 50% a fondo perduto per l’acquisto di macchinari agricoli o forestali

  • Beneficiari: Imprese agricole piccole o micro, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale, iscritte alla CCIAA e all' INPS come Imprenditori Agricoli, Coltivatori Diretti o Imprese Agricole.
  • Agevolazioni L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili con un minimo di contributo pari a 1000 Euro e un massimo di 60 mila Euro. 

Spese ammissibili:

  • Acquisto di trattori agricoli e forestali;
  • Acquisto di macchine agricole e forestali;
  • Acquisto di quanto sopra tramite noleggio con patto di acquisto.

In generale sono inseribili anche le spese per la redazione della perizia giurata per un contributo massimo di 1200 Euro. I progetti devono essere realizzati entro 365 giorni decorrenti dalla data di ricezione della comunicazione di ammissibilità al contributo da parte dell’INAIL. Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data dell’inserimento della domanda on line. Non sono ammessi beni usati.

Presentazione delle domande

Per entrambe le misure è possibile effettuare la simulazione per verificare l’ammissibilità del progetto a partire dal 16 Aprile 2020 e salvare la domanda inserita entro e non oltre le ore 18.00 del 29 Maggio 2020. La data e l’ora dell’apertura dello sportello informatico per l’invio online della domanda (click day) verranno rese note a partire dal 5 giugno 2020.

Partecipazione al Bando

Vista la particolare natura del Bando la nostra Associazione ha stretto collaborazioni per una attenta e puntuale valutazione preventiva di ammissibilità con specifiche strutture del settore della rimozione dell’amianto e sostituzione di macchinari non CE e trattori agricoli.

 

Per ulteriori informazioni a riguardo è possibile contattare i nostri Uffici territoriali (Tel. 05753141 - credito@artigianiarezzo.it)

Scarica il documento in formato pdf