Carrozzeria trasparente. Confartigianato rende pubblici i costi reali

17 Febbraio 2021

Con riferimento alle tariffe applicate da ciascuna azienda, liberamente fissate in relazione alle valutazioni dei costi aziendali e all’andamento di mercato, si comunicano gli incrementi dei costi rilevati per l’anno in corso dall’ANC – Associazione Nazionale Carrozzieri di Confartigianato Imprese – e che di seguito riportiamo:

  • Tariffe Manodopera: La variazione media dell’indice generale dei costi del lavoro 2020 è stata pari al 1,4% mentre l'inflazione indicata dall'ISTAT è stata pari al +0.2%;
  • Materiali di consumo: Dalle analisi eseguite a riguardo, è stato registrato un aumento medio del 4%;
  • Smaltimento dei rifiuti: Le spese per lo smaltimento dei rifiuti sono incrementati di un valore medio pari al 3% sull'imponibile della fattura con un massimo di 60 Euro;
  • Uso dime e strumenti diagnostici: Il costo delle dime sia di tipo tradizionale che mini-dime risultano mediamente invariati. Per le spese imptabili all'utilizzo di attrezzature speciali, risulta un'aumento dell'1.5%
  • Diagnosi: Per tali operazioni vanno imputate 2 ore di manodopera.

A fronte dei costi sopra evidenziati, si invitano pertanto gli imprenditori di Confartigianato al calcolo della tariffa il più possibile congruo rispetto ai propri costi ed alle proprie esigenze aziendali.

Info: Giacomo Magi - Tel. 0559101401 - giacomo.magi@artigianiarezzo.it         

Scarica il documento in formato pdf