Esultano i carrozzieri di Confartigianato per l'approvazione del DDL concorrenza

3 Agosto 2017

L'approvazione del DDL concorrenza, avvenuta ieri da parte del Senato, è accolta con entusiasmo da Confartigianato Arezzo e in particolare dalla categoria dei carrozzieri. Ad esprimere la soddisfazione dell'associazione è Roberto Carria, presidente provinciale e regionale dei carrozzieri di Confartigianato e membro del direttivo nazionale ANC, associazione nazionale carrozzieri.

“L'approvazione di questo DDL – esordisce Carria – è per noi una grandissima soddisfazione e ci ripaga dell'impegno profuso in questi due anni nei quali siamo stati capofila di una mobilitazione che oggi arriva felicemente a conclusione. Ci siamo impegnati a fondo – conferma Carria – contro la prima stesura di questo decreto che danneggiava tutti, automobilisti e carrozzieri, a vantaggio delle compagnie assicurative e oggi siamo orgogliosi e soddisfatti di aver condotto in porto, vincendola, una battaglia giusta.”

Ed ecco dunque, in sintesi, cosa sancisce la legge approvata oggi al Senato.

“La nuova legge sancisce – spiega Carria – la libertà di scelta dell'automobilista del carrozziere di fiducia senza vincoli o decurtazioni dell'importo quantificato dalla Compagnia. E' ribadito, inoltre, il diritto alla cessione del credito a favore delle imprese di carrozzeria. Vengono, in estrema sintesi, rispettate le basilari regole del mercato e si tutelano tutti gli operatori del settore da quelli che hanno scelto di rimanere indipendenti fino a coloro che hanno sottoscritto accordi di convenzionamento con le Compagnie di Assicurazione."

Dunque una vittoria su tutti i fronti che ha avuto la Confartigianato di Arezzo in prima fila.

“Si – conclude Carria – una vittoria grande, che premia il lavoro dell'Associazione che in questi anni è riuscita a mobilitare non soltanto la categoria, ma anche i parlamentari e le istituzioni del territorio per l'ottenimento di un risultato che, oltre alle imprese, tutela cittadini e la libera concorrenza del mercato.

Scarica il documento in formato pdf