Colombe pasquali e uova di cioccolato, meglio artigianali

27 Marzo 2018

Per la Pasqua 2018 anche la tradizione si misura con il portafoglio, ma i consumatori si fanno sempre più attenti alla qualità. Così i prodotti artigianali, pur faticosamente, mantengono le posizioni e nonostante il ridotto potere di acquisto, conquistano il cliente attento grazie al gusto e alla qualità. Magari si compra un po’ meno, ma si compra meglio e più a ridosso delle festività come ci confermano Fabrizio Piervenanzi, Presidente della Federazione Alimentazione di Confartigianato Imprese Arezzo e Fabio Bardelli, Presidente dell’Associazione Pasticceri e Cioccolatieri in seno alla Federazione suddetta.

“Se il consumatore effettua la propria scelta basandosi soltanto sulla differenza di prezzo tra prodotto artigianale e prodotto industriale – osserva Fabrizio Piervenanzi – rischia di preferire una seconda scelta, trascurando aspetti importanti che fanno la differenza: i produttori artigiani non solo impiegano materie prime di alta qualità, ma riescono a realizzare creazioni che sono spesso pezzi unici per la particolarità delle decorazioni interamente fatte a mano, per l’originalità del confezionamento e per la possibilità di personalizzare i propri prodotti, inserendo nel caso delle uova di cioccolato, le sorprese scelte dal cliente”.

Il cioccolato artigianale piace tutto l’anno come rivela un rapporto di Confartigianato secondo il quale gli Italiani spendono in un anno almeno 70 Euro a Famiglia. Ad esempio il nostro cioccolato ha visto anche un boom di vendite all’estero: negli ultimi anni sono cresciute del 3,9% e hanno raggiunto il valore di 1,5 miliardi di euro. Tra i paesi maggiormente attratti dal cioccolato nostrano ci sono Arabia Saudita, Australia, USA e Francia.

“Per ogni domanda sugli ingredienti e sui metodi di lavorazione – continua Fabio Bardelli  - il produttore artigiano è sempre a disposizione per rispondere e soddisfare le richieste del consumatore. Inoltre, c’è differenza tra la freschezza del prodotto artigianale realizzato nell’imminenza della Pasqua e quello industriale, prodotto qualche mese prima, stoccato e consegnato nei mesi successivi, ai vari canali di distribuzione”.

“Da tutti questi aspetti – dice Bardelli – deriva la differenza di prezzo tra l’uovo di cioccolato o la colomba pasquale realizzati artigianalmente rispetto a quelli della grande industria: sintetizzando, prezzi diversi per prodotti diversi”.

Ma a volte ci si può imbattere in qualche sorpresa: quanto costa mediamente un uovo di cioccolato? E quanto una colomba di produzione artigianale?  Circa 40 euro al kg per l’uovo di cioccolato e tra i 13 e i 18 euro per la colomba pasquale. Leggendo semplicemente le etichette, si può scoprire che prodotti simili e quindi non uguali in termini di qualità, proposti dall’industria, vengono venduti al doppio e anche più, del valore di quelli artigianali.

  Preferire i prodotti artigianali – conclude Piervenanzi - in definitiva, vuol dire acquistare consapevolmente presso i laboratori sotto casa, il prodotto che si vuole, come lo si vuole e salvaguardare saperi, mestieri, attività e posti di lavoro dei nostri territori.

 

Scarica il documento in formato pdf